Pubblicato da: paroleingiaccablu | 12/06/2017

Auguri agli Allievi del 9° Corso Vice Ispettori

Nettuno

Si è finalmente  concluso l’iter concorsuale di 1874 appartenenti alla Polizia di Stato che nel prossimo mese di settembre saranno avviati al corso di formazione per acquisire il grado di Vice Ispettore.
Una procedura che mi ha visto protagonista a partire dal settembre 2013, data di pubblicazione del bando e che, formalmente, si conclude oggi, in una caldissima giornata di primavera/estate ottima per serate di festeggiamenti.
Così, al giubilo e ai “prosit”  anche le bacheche dei social si riempiono di ringraziamenti, chi ai colleghi, chi alle mogli, ai figli, a familiari tutti; vincere un concorso con responsabilità familiari e lavorative già consolidate non è mai una passeggiata.
Tanto studio e ore sottratte alla famiglia, alla propria vita privata, magari anche a un lavoro importante che si è  dovuto lasciare ad altri, per cercare di salire su un treno che non sapremo tra quanto e per chi potrà ripassare.
Dal 2013 sono tante le storie di vita che si sono consumate nella speranza di un nuovo e migliore incarico, da tanti figli nati nel frattempo, a mogli arrabbiate per le ore di assenza forzata che lo studio determina, genitori che nel frattempo non hanno potuto vedere il nuovo grado indossato, compagne, mogli, mariti, fidanzati/e che non hanno retto e che, forse, hanno trovato la scusa buona per cambiare compagno/a dando la colpa a quel “maledetto” concorso.
E di maledetto, si, qualcosa lo abbiamo visto, tanto veleno, servizi televisivi pronti alla denigrazione, poco interesse per quelle umanità che studiavano tra un biberon e una culla o al capezzale di un genitore che, nonostante la malattia e la certezza di non vedere quel figlio con indosso la soddisfazione di tanto studio, esortavano a non mollare, a crederci, perché la vita va sempre avanti….nonostante la morte!
Oggi ciascuno di noi celebra il proprio grazie, la propria soddisfazione, esibisce con orgoglio il proprio posto in graduatoria, anche fosse l’ultimo, proprio perché anche arrivare ultimi, in questa competizione, è stato difficile umanamente, emotivamente e professionalmente… sono stati tanti i giorni di abbattimento, ansia e delusione.
Potranno sembrare amare queste righe, in verità è che non ho abbastanza parole per ringraziare chi mi è stato vicino, chi mi ha concesso di studiare in completa solitudine nonostante una neonata da accudire e che forse dovrà anche subire, suo malgrado, le conseguenze di questo percorso iniziato quando nemmeno potevamo immaginare di arrivare insieme sino a qui. A lei, e non solo a lei, ma anche ai miei genitori che mi hanno dato la possibilità di studiare, dandomi delle opportunità con enormi sacrifici, vada il mio più sincero grazie.
A tutte queste persone, questi pezzi di famiglie, amici, conoscenti, colleghi vanno di certo i primi ringraziamenti ma anche le centinaia di brindisi e auguri che sferzano le tavole dei locali in questo momento, perché ciò che è stato detto, fatto e affrontato non è stato semplice ne per chi ha raggiunto l’obbiettivo ne per chi in qualche modo lo ha subito….e forse dovrà ancora subirlo.
Non solo alle famiglie vada il mio e il nostro grazie ma anche a quella istituzione di cui facciamo parte, la Polizia di Stato,  che ci ha concesso di poterci dire “AUGURI  prossimi Allievi del 9° Corso Vice Ispettori”.

In Giacca Blu – Michele Rinelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: