Pubblicato da: paroleingiaccablu | 02/05/2017

Quarto Savona 15 – I valori continuano a viaggiare…

L’ho vista ancora, come se fosse ancora lì, di fronte al tribunale di Palermo, con quel saltello incerto tipico delle vetture blindate… che avanzano decise e goffe.
Sfolgorava nella luce di quel carico prezioso che prescindeva dall’umane vesti, non erano solo gli uomini che la occupavano il vero tesoro ma l’ideale che sulla stessa viaggiava.
Li ho visti ancora scendere, con lo sguardo fiero e preoccupato, armi in pugno, con il luccichio di chi non stava facendo solo un lavoro pericoloso ma l’angelo custode di coloro i quali cercavano di portare la legalità e un paese libero dalle mafie.
L’ho rivista ancora la “Quarto Savona 15”, Giovanni, Francesca, Vito, Antonio e Rocco, non si sono fermati il 23 maggio del 1992, quel tritolo non ha certamente interrotto ciò per cui stavano combattendo.
La “Quarto Savona 15” solca ancora le strade,  a noi e solo a noi il compito di accoglierla nella sua bellezza.
E’ infatti iniziato il nuovo viaggio della Fiat Croma bianca targata Polizia 72677, oggi è a Sarzana in provincia di La Spezia ma toccherà altre città d’Italia, partita da Peschiera del Garda dalla Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato arriverà il 23 maggio prossimo a Palermo, nella sua Palermo, per dimostrare che le idee e i valori continuano a camminare sulle gambe di chi resta.
Perché quel tritolo che la fermò quel giorno interruppe solo il cammino terreno degli uomini che la occupavano, le idee, l’umanità, gli scopi che quella vettura trasportava continuano a palesarsi nei gesti, nelle idee e negli intenti di chi oggi non solo si reca a rendere omaggio al relitto ma anche tra tutti coloro i quali hanno continuato a trasmettere i principi dell’antimafia e della legalità ai giovani di oggi.
La “Quarto Savona 15” non può e non deve essere il relitto di una giornata tra le più brutte della storia d’Italia ma il simbolo di un paese che nonostante tutto non  ha perso la voglia di continuare a credere nel “profumo della libertà”, lontano dal compromesso e dal puzzo che il malaffare provoca.
Giovanni Falcone, e le Giacche Blu cadute è impensabile potessero credere di sconfiggere davvero la mafia, anzi, sapevano però che l’Italia, quell’Italia (che forse non è tanto diversa da quella di oggi) aveva bisogno di esempi in cui credere, un ideale da perseguire, un qualcosa per cui valesse la pena anche morire non certo per diventare degli eroi ma solo ed esclusivamente perché senza degli ideali a cui tendere tutto muore.
Chi cadde su quella autostrada a Capaci il 23 maggio 1992 non voleva diventare un eroe, voleva semplicemente tenere fede a un giuramento di fedeltà alle sane istituzioni democratiche – Giovanni Falcone era uno di queste – , perché esistono valori che devono sopravvivere a prescindere da tutto ciò che può colpirli anche fosse la morte per mano criminale.
Non interrompere il percorso della “Quarto Savona 15” deve essere quindi un dovere morale, per fare in modo che questa società – ma soprattutto i nostri giovani –  non perdano quei valori di legalità che troppo spesso abbandoniamo per comodità, perché in fondo è più semplice dire, credere e pensare che un mondo migliore sia impossibile.
Noi che quel 23 maggio 1992 eravamo poco più che adolescenti, dei ragazzi di ieri, solo a noi spetta il compito di perpetuare ciò che quelle Giacche Blu, quei giudici ci hanno insegnato, solo attraverso i loro ideali, insegnati ai giovani che quel giorno non c’erano, possiamo salvare la società.

Buon viaggio “Quarto Savona 15″…

In Giacca Blu – Michele Rinelli

132738555-30cb6f9c-c2b3-4c82-93c9-f6d95f3e9eb3falcone2be2bmorti2bdi2bcapaci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: