Pubblicato da: paroleingiaccablu | 27/06/2016

Suicidi in Giacca Blu…non siamo solo Poliziotti!

suicidi-tra-le-forze-di-polizia

Non importa nemmeno più lo sgomento, ormai non se ne parla, si preferisce non sottolineare il disagio che probabilmente serpeggia e che nessuno vuole studiare e analizzare.
Parliamo ancora una volta dei suicidi in divisa, la scorsa settimana sono state due le Giacche Blu a lasciarci, a non avere più speranza, a liberarsi volontariamente della loro stessa vita schiacciati da un disagio che ci ostiniamo a non voler studiare.
Non so quale sia la vostra personale percezione del problema credo però che nessuno abbia voglia di prendersi a mano questa rogna perché, di fatto, purtroppo lo è. Decidere infatti di scendere nell’analisi seria del fenomeno suicidi nelle forze dell’ordine e accorgersi, ad esempio, che la popolazione in divisa si suicida molto di più rispetto al medesimo campione di riferimento della popolazione civile, costringerebbe ad ammettere un problema enorme che a quel punto non potrebbe essere ignorato.
Se pur la mia istituzione ha provveduto a dislocare sul territorio figure importanti di riferimento come gli psicologi, pronti a dare un adeguato sostegno, è necessario dire che sono troppo poche le province che hanno a disposizione questo importante servizio. Un servizio che prima di tutto deve rassicurare, ammettere di avere un problema psichico da gestire non deve significare la semplice censura attraverso la sospensione dal servizio per motivi di salute.
E’ chiaro che in molti non potrebbero affrontare, non solo per motivi umani ma anche economici, una situazione di quel tipo.
Ed è pertanto ora di capire cosa c’è dietro questi numeri di cui non si vuole parlare, le sigle sindacali di categoria, tra cui anche quella a cui appartengo, da tempo si mobilitano per evidenziare la problematica ma appare troppo difficile sfondare il muro dell’indifferenza perché per parlare di suicidi in divisa ci vuole coraggio e volontà di mettersi in discussione come uomini ma sopratutto come istituzione.
La scorsa settimana sono morti due colleghi nel giro di pochi giorni, uno a Napoli e l’altro a Firenze, dall’inizio dell’anno sono già 5 (il dato è per difetto di uno al mese), due padri di famiglia, persone che forse sono state schiacciate da un peso che non hanno retto e che se non era lavorativo forse da quell’ante di lavoro poteva essere alleggerito perché, ed è forse l’ora, di ritornare a far diventare l’individuo, la persona, l’uomo al centro, senza avere paura di danneggiare l’uniforme e l’istituzione.
Se l’uomo che la veste verte infatti in uno stato di difficoltà psichica è la collettività che ci rimette non solo il singolo corpo o la singola persona.
Non dimentichiamoci dei tanti ragazzi che ci hanno lasciato per loro stessa volontà e ricordiamoci che un poliziotto suicida è un valore aggiunto per tutti noi sul quale la cittadinanza ha investito risorse umane, materiali ed economiche, perdere un agente di polizia significa aver buttato via quel valore inestimabile di professionalità e umanità che dovremo, con difficoltà anche economiche, necessariamente rimpiazzare.
…perchè non siamo solo divise ma uomini come tutti gli altri.

In Giacca Blu – Michele Rinelli

Annunci

Responses

  1. Tutto giusto Michele. Senza negare le problematiche di carattere umano e intimo, io penso anche che, sarebbe utile una sana rivitalizzazione della struttura intera dal punto di vista dell’onore, del senso di appartenenza, dei doveri e dell’impegno costante da parte di ciascun appartenente. Troppo lassismo e indebolimento dei nostri valori e principi di uomini dello Stato, con specifiche funzioni che richiamano solidità e robustezza. In maniera tale da favorire e aumentare una perenne lagnanza.

  2. […] Leggi l’articolo completo, clicca QUI […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: