Pubblicato da: paroleingiaccablu | 08/04/2014

Chi sale e chi scende nell’unita “Carab-izia” ?

Ubriachi e vogliosi di rivoluzioni, questo è probabilmente il sentimento che da qualche tempo pervade la mente degli italiani che molti segnali hanno dato a un certo modo di intendere la politica.
Le rivoluzioni, da che mondo è mondo, hanno sempre comportato una mole enorme di energie da spendere.
Cambiare è fatica per il singolo individuo, figuriamoci per un sistema paese come quello italiano, vittima di veri e propri cancri.
Cambiare e rivoluzionare non è semplice e le rivoluzioni fanno sempre molta paura perché non tutti ne traggono vantaggi, anzi, in un paese come l’Italia i danneggiati sarebbero davvero tanti.
Si parla  ancora molto nell’ambito del sistema sicurezza di chiusure, soppressioni, accorpamenti e unificazione, quest’ultima trattata quasi come la panacea di tutti i mali.
Certo, illogico sarebbe pensare ( ma molta gente lo pensa), che continuare ad avere un sistema così dispersivo e frammentato sia l’unico modo per mantenere il paese in equilibrio ma dopo un medio periodo di assestamento, peraltro assai costoso anche in termini economici, i benefici sarebbero davvero tanti.
Indagini, provvedimenti, costi sul territorio dei vari presidi risulterebbero di gran lunga ridotti e forse potrebbero arrestare quella ritirata che da tempo è in atto da parte di tutte le forze di polizia.
Ritirata che peraltro apre le porte ai capitali privati, del resto dove si crea un buco qualcuno che solitamente cerca di riempirlo si trova sempre … ma a che prezzo per la collettività intera ?
Chiaramente un bel costo lo pagano anche tutti coloro che dalla ipotetica e futura unificazione delle forze  di polizia perderebbero benefici, prestigio, potere specie se a contrapposizione di quel potere dovessero intervenire le organizzazioni sindacali, quelle che i militari non hanno o meglio che credono di avere in figure ibride e poco incisive quali sono i COBAR i COCER e via discorrendo.
Non parliamo solo di generali o ufficiali in genere ma anche di tutti quei marescialli comandanti, ad esempio,  che dopo una vita passata a reggere una stazione si dovranno reinventare in altri uffici perché la loro caserma è stata tagliata da quella scure definita “spending review” .
Persone dalla lunga esperienza ma che con difficoltà potranno essere ricollocate in ruoli operativi in senso stretto.
Per loro e per chi come loro le rivoluzioni sono uno svantaggio, un vero e proprio cataclisma e non crediate che siano poche o ci siano solo loro.
Ma la politica quando si muove davvero non lo fa mai a caso e se quella politica fatta da talune organizzazioni sindacali di polizia si mobilitano da tempo e sempre di più per attrarre consensi dalle divise con le stellette sul bavero significa che forse, questa unificazione, non è poi un miraggio così lontano.
Ed eccoli, tra i tanti, coloro che si andranno ad avvantaggiare: i Sindacati di Polizia!!!
Perché quei sindacati vedranno aprirsi un nuovo mercato, un mare di gente entusiasta di vedere riconosciuti i loro diritti negati da tempo, migliaia di tessere da spartirsi e milioni di euro che finalmente ritornano nelle casse di quelle organizzazioni che già da qualche anno patiscono la fuga di chi, del sindacato, ne ha piene le scatole e non ci crede più!
Vantaggi e svantaggi, troni rovesciati e sovrani in ascesa, queste sono da sempre e sempre saranno le rivoluzioni l’importante è esserne consci e non lasciarsi travolgere da quel vento di novità che solitamente dura sempre troppo poco rispetto al tempo speso per prepararla.
Rivoluzione che tanti si auspicano ma che non tutti vogliono su cui bisogna, nonostante tutto, puntare e sperare per ridare al cittadino e alle sue forze di polizia la possibilità di ritornare sulle strade a fornire risposte serie e concrete a tutti .

Michele Rinelli In Giacca Blu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: