Pubblicato da: paroleingiaccablu | 27/04/2013

Morti che non hanno senso – “Lascia la moglie e un figlio di un anno”


“Lascia la moglie e un figlio di un anno” – Questo  tragico epilogo letto in decine e decine di casi analoghi oggi si scaglia con tutta la sua distruttrice forza a Maddaloni in provincia di Caserta dove un Appuntato dell’Arma dei Carabinieri nell’adempimento del suo dovere è caduto attinto dai colpi mortali di una banda di rapinatori di gioielli.  Il suo collega, di cui ancora si sconoscono le condizioni, pare essere gravemente ferito. ( http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/carabiniere_ucciso_caserta_maddaloni/notizie/273702.shtml )

Una giornata quella di quel militare caduto iniziata certamente come tutte le altre, con un bacio alla sua tenera creatura prima di prendere servizio e una qualche rassicurazione alla moglie che, per qualsiasi cosa, avrebbe dovuto farsi sentire.

Credo che per molti sia strano pensare a quanta normalità ci sia in persone che fanno un lavoro particolare, speciale, forse il più bello del mondo se non fosse che certe volte squilla tragicamente un telefono che come un angelo portatore di morte annuncia che da domani nulla sarà più come prima.

Non si sanno ancora i nomi degli assassini così come il nome del militare ucciso ma subito comincia invece, in chi come chi scrive fa lo stesso lavoro tutti i giorni, la triste sequenza di valutazioni, di quanto valga o non valga la pena inseguire quei valori, intesi come preziosi rapinati, o quei disvalori che quei criminali rappresentano.

Perché inseguire quei valori, spesso assicurati con polizze milionarie, mettono a rischio la certezza delle nostre famiglie, mentre inseguire fisicamente il disvalore umano di quei criminali, se pur successivamente assicurati anch’essi, ma alle patrie galere (chissà per quanto tempo poi…) , difficilmente potranno svegliarci l’indomani con la consapevolezza che proprio loro, i nostri cari, potranno girare per strada più sicuri.

Così che il sacrificio di questi due valorosi militari dell’Arma dei Carabinieri sembra non avere senso, sembra tutto inutile, perché è troppo facile delinquere e trattare le vite degli agenti della forza pubblica come una perdita da mettere in conto.

Chissà se un giorno questo popolo svegliandosi una mattina ritenesse i caduti delle forze dell’ordine non solo delle “Morti Bianche” ma anche  un fallimento della società tutta al pari degli imprenditori suicidi o, ad esempio, di tutti quei clochard che invadono ogni giorno di più le nostre strade. Chissà quando questa società riterrà gli uomini delle forze dell’ordine un valore della società stessa evitando di scandalizzarsi  compiacendosi quando questi vengono colti in fallo o, peggio, quando vengono uccisi come in questo caso.

Uomini e donne delle forze dell’ordine sono persone di questa società che oggi, così come altre decine di volte, non solo piangono dei morti ma palesano il fallimento della società tutta perché troppo spesso un Agente ferito o addirittura morto è troppo facile non abbia senso.

Onore a tutti i caduti delle forze dell’ordine.

Michele Rinelli – In Giacca Blu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: