Pubblicato da: paroleingiaccablu | 13/04/2013

Su quei parcheggi…la nostra autorevolezza!

E’ così difficile essere autorevoli e non passa giorno che l’autorevolezza di qualsiasi istituzione di questo stato così debole e così in affanno venga ulteriormente messa in discussione da improvvisati reporter che, senza paura, così com’è giusto, squalificano quei singoli soggetti che, purtroppo, rappresentano tutti gli uomini in divisa.

Ogni ambito ormai è casta, l’ultima vittima per la serie “Abbattiamo la Casta” è un finanziere che si è fatto filmare come il migliore dei polli in padella con l’autovettura di servizio parcheggiata sui posti riservati ai disabili. Una vettura peraltro di quelle che il popolo individua in maniera dispregiativa come  “Auto Blu”, assegnata a chissà quale autorità di chissà quale ente del Ministero delle Finanze.

A questo link (http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/04/12/casta-al-centro-commerciale-con-lauto-blu-sul-posto-per-disabili-finanziere-e-allora/227728/ ) l’ennesimo scempio di quell’autorevolezza che non riusciremo mai a recuperare se ogni occasione diventa buona per rimarcare quel solco che, al sapiente lavoro dei media, contribuiscono soggetti che si fregiano di far parte di quei corpi delle stato che non si possono più permettere nemmeno di avere delle opinioni.

Sto meditando da qualche tempo di interrompere questa mia voglia di esprimere, questo mio, chiamiamolo impropriamente, “impegno civile”, perché troppo semplice è essere colti in fallo nonché troppo facile che singole parole estrapolate da un più ampio contesto, non sempre riportato, diventino così in altri luoghi oggetto di indegne strumentalizzazioni perché esiste solo una parte che ha ragione e quell’altra che ha torto a prescindere…. e io faccio parte di quelli che hanno torto e basta!

Quando però, magari con senso di equità e di equilibrio, si tenta di riportare la barca in pari ecco che, come per magia, spuntano questi soggetti dal parcheggio selvaggio che picconano quel lavoro di immagine e di responsabilità che certe istituzioni, come sono le forze dell’ordine, non possono non avere.

L’autorevolezza non passa dalla prevaricazione, così come, ormai, si è perso il senso di chi è vittima o di chi è invece carnefice. Perché se da un lato vi è l’aggressione di chi si investe di un autorità e di una autorevolezza che in circostanze di tempo e di luogo non si possono avere (vedi il video) dall’altro esiste un sistema di denuncia che passa dai canali di informazione che non solo non fa sconti ma  distrugge tutto senza alcun distinguo anche chi, potenzialmente,  come me, non vuole difendere a prescindere ma vuole solo ridare e cercare il giusto equilibrio.

Vince sempre  l’opinione populista, vince la voglia di decapitare tutto e tutti, vince la voglia di cercare il marcio dove forse è facile sconfiggerlo ma non risiede certamente dove superficialmente lo si trova.

Si lo so, è un pensiero confuso…ma l’ho detto…voglio smettere…

Comunque grazie a quegli uomini con l’uniforme in naftalina che con gesti puerili e stupidi non parcheggiano solo una vettura di servizio in un posto riservato ai disabili ma posteggiano tutti noi, che la divisa cerchiamo di indossarla con onore,  in luoghi così ameni da non consentire più a nessuno di chiedere “patente e libretto” con la dovuta e giusta autorevolezza.

Michele Rinelli – In Giacca Blu

Annunci

Responses

  1. L’autorevolezza, l’educazione, il rispetto crredo siano stati sepolti da qualche parte della penisola. La distruzione di ogni reputazione fa sentire forti. Giustizieri che infrangono ogni legge, ma che si lamentano di ogni divieto. E’ il tessuto sociale ad essere marcio da tempo. Ci sono maggioranze che non parlano ma alle quali devi il tuo lavoro, anche dell’espressione del tuo pensiero.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: