Pubblicato da: paroleingiaccablu | 16/12/2012

Napoli violenta non risiede nelle “Vele”


Soluzioni rapide e semplici ??? In un paese come questo possono esistere davvero ?

Quando parliamo poi di criminalità organizzata, mafie e camorra di tutto si può parlare tranne che di facilità.

Ritorna prepotente sulla scena della cronaca la meravigliosa e ipercomplicata Napoli e il suo quartiere di Scampia.

Un pluripregiudicato infatti è stato recentemente attinto a morte all’interno del cortile di una scuola materna riproponendo così, con enorme vigore, quanto il capoluogo campano sia apparentemente, agli occhi della pubblica opinione nazionale, una tra le città più insicure d’Italia.

Al di là delle classifiche il problema Napoli, ammesso che di “semplice problema” si tratti, è un questione che esiste da sempre, una ferita aperta come lo ha inteso il Ministro dell’Interno Cancellieri, una piaga che non si rimargina e che scandalizza perché se davvero fosse una ferita, con la medicina di cui oggi disponiamo, non sarebbe difficile rimarginarla… se davvero si volesse!!

Così che ritorna prepotente la corrente di chi vuole l’esercito per le strade di Napoli, una vera militarizzazione del territorio fatta evidentemente di pura immagine da dare alla pubblica opinione, per zittirla momentaneamente.

Ben di altro ha bisogno quel territorio che si affaccia sul golfo, non certo di eserciti ma di sane realtà su cui investire e far crescere la migliore linfa che anche Napoli non può non avere tra i suoi peggiori vicoli.

Tra le tante proposte che ho sentito cavalcare in questi giorni per Scampia, una in particolare mi ha colpito, quella di abbattere le vele, distruggerle, come se all’interno di quegli stabili vi fosse il vero cancro della mala napoletana.

Non è forse riduttivo pensare che il male assoluto risieda all’interno di uno stabile e non nella cultura di un popolo che di talune dinamiche ne ha fatto un modus vivendi ?

Abbattere le vele, così come inviare l’esercito, servirebbe solo a ripulire momentaneamente  un’ immagine che è marcia nelle sue più profonde viscere e che non si fermerebbe certo perché spaventata da quattro tute in divisa mimetica o da uno stabile in più o in meno nello skyline partenopeo. Un po’ come curare un brutto melanoma con il disinfettante!

Le vere proposte dovrebbero essere consegnate ai  giovani, anche cattolicamente ispirati, a coloro che con quelle associazioni che recuperano altri giovani come loro potrebbero davvero dare molto a Napoli e a Scampia.

Giovani napoletani e non solo che rifiutando le armi e qualsiasi genere di violenza dovrebbero e potrebbero regalare cultura vera a chi nella violenza ha visto l’ unica ragione di essere. Queste associazioni di giovani già esistono e su di loro bisogna investire ancora di più!!!

A Napoli, a Scampia, manca in troppi luoghi quel germe che sa discernere tra il bene e il male, quel germe che tutti i migliori criminali temono: la  cultura!

Come si può pensare di fermare  la camorra con i militari o abbattendo i suoi simboli ?

La camorra la fermi dando alternative vere, insegnando a tutti coloro che di odio e violenza si nutrono da sempre che nella legalità si vive meglio.

Lasciate stare gli eserciti, le ruspe, altri atti di “altra violenza”, cosa diremo e dove manderemo  coloro i quali vivono nelle vele di Scampia ? Estirparli da quel luogo non significherebbe forse aggiungere violenza a violenza ?

Napoli ha ceduto troppa cultura sociale al mondo e troppo poca è riuscita a tenersene tra le sue meravigliose strade ma è solo investendo nella parte buona della città con politiche sociali e culturali adeguate che potremo recuperare una delle più belle città del nostro paese.

Con gli eserciti e le ruspe si continuerebbe solo a distruggere e senza cultura nulla si può costruire.

 

Michele Rinelli – In Giacca Blu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: