Pubblicato da: paroleingiaccablu | 12/11/2011

…e Forza Italia…ma stavolta per davvero!!!!


Chi vince e chi perde ?

Credo si stiano perdendo di vista tanti fattori importanti aldilà di chi lascia e di chi arriva, non dimentichiamoci che la democrazia è un meccanismo difficile e perverso che molto spesso vive di ipocrisie e attenzioni manipolate specie oggi che con il sistema dell’informazione si possono disegnare gli scenari più convenienti al sistema stesso.

Il Presidente Berlusconi ci lascia ? Facciamo festa!!!!???

Al grido “vergogna” e “buffone”  finisce, peraltro da parte di più di qualche sparuto gruppo di individui,  una delle stagioni tra le più controverse dal dopo guerra, una stagione di reale rinnovamento, o almeno così voleva essere, ma che in realtà ha visto riproporsi gli stessi scenari, le stesse dinamiche, le stesse storture, gli stessi sotterfugi e nefandezze, le stesse speculazioni, le stesse “Puttanate”….anzi forse di quest’ultime qualcuna in più.

Finisce un’ epoca, la gente festeggia perpetuando quello che da sempre mi è apparsa solo la volontà di demonizzare un singolo, un uomo che per quanto discutibile pur sempre un uomo e un singolo rimane; certo con le sue incapacità, debolezze, connivenze e, diciamolo anche, nefandezze che forse tutti commettiamo in base al ruolo che ricopriamo.

Alla demonizzazione di un singolo si affianca, in contrapposizione, la santificazione di un altro singolo considerato unica, vera, ineludibile alternativa a quel qualcuno che non può necessariamente avere tutto e dico tutta la responsabilità di un modo di concepire la politica che dal 1945 non è mai veramente riuscito a cambiare nulla nel suo DNA, nemmeno dopo quelle “Mani Pulite” a seguito delle quali uno dei principali simboli di quella pulizia sembra esserne stato anch’egli rapito e fagocitato.

Ed è per questo, in un paese dove tutto si mischia, dove il bene e il male sono estremamente fusi come le facce di una medesima medaglia, dove nessuno sembra davvero capace di pulire tutto, per questo e solo per questo mi chiedo quanto serva festeggiare, quanto davvero sia giusto avere queste manifestazioni di giubilo invece di pensare a rimboccarsi le maniche senza santificare chi, di fatto, da quel sistema che va riformato nelle sue fondamenta verrà rapito, plasmato e forse, anch’egli fagocitato….perchè la politica è una cosa sporca e sfido chiunque a sostenere il contrario.

Lunedì ci sveglieremo nella solita Italia, con i soliti problemi, con gli stessi medesimi cittadini abituati a tollerare più del tollerabile, a  guardarci allo specchio dicendoci che, in fondo, il male era uno, un singolo, quando in realtà il male è in mezzo a tutti noi, in mezzo e tra la gente, quella gente che ha perso il concetto della giustizia, dell’etica sociale e politica, della solidarietà, di quell’aspetto positivamente cristiano (che non è quello clericale) che ci rendeva forse migliori di tanti altri popoli.

Ci sveglieremo lunedì…(perchè ci sveglieremo da questa “stupefacente euforia”) e lunedì saremo ancora Italiani, lunedì ci sveglieremo con un altro premier, lunedì avremo aperto un altro capitolo della nostra storia ma non è nella fiducia in un singolo uomo che l’Italia potrà davvero cambiare (del resto anche Berlusconi nel lontano 1994 sembrava il messia e guardate come siamo finiti)…perché troppo abbiamo sacrificato e troppo dobbiamo recuperare in termini umani, sociali e culturali: FORZA ITALIA quindi ma stavolta, vi prego, per davvero!

M.R

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: