Pubblicato da: paroleingiaccablu | 23/08/2011

Guai a chi tocca “La Santa Romana Casta (Clericale e Parlamentare) “

null
Lo osservo da un pò di giorni questo movimento anti-casta-clericale sulle pagine di facebook e più lo osservo più si insinua in me l’impressione che, in fondo,  sia solo l’ennesima valvola di sfogo di cui il sistema si avvarrà come fosse una sorta di ammortizzatore culturale.

Forse è a tutti chiaro il concetto di ammortizzatore sociale ma di certo quello culturale, forse, nemmeno esiste ma se vogliamo proprio inventarcelo, qui, potrei definirlo come quei sistemi cuscinetto dove una determinata democrazia veicola il malcontento del popolo per fare in modo che lo stesso si sgonfi affinchè gli status quo non abbiano mai a cambiare. (comincio ad avere il dubbio che non sia un sistema proprio democratico per la verità)

Infatti  a partire dal libro “La Casta” precursore di tutte le denunce relative appunto  alla casta, successivamente a quella pubblicazione, di fatto, nulla si è mosso nonostante la palpabile indignazione di chi ancora, dopo aver assistito in maniera famelica a tutte le caste successive, ancora si reca alle urne per esprimere il proprio voto…dicono sia un dovere e noi italiani siamo proprio bravi!

Come pensierino della buona notte mi chiedo: se non bastano i referendum, se non bastano i gruppi di pressione virtuale e reale, se non basta l’indignazione, se non bastano  tutte queste cose a quale punto dovrà arrivare il popolo italiano per cambiare davvero le cose ? Non vorranno che nell’era di internet, del villaggio globale, della comunicazione totale si debba ancora ricorre alla violenza, alla paura, al sospetto per avanzare come popolo e come società ?

Lor signori della politica cosa aspettano a fornire risposte , a dare segnali di vicinanza alle esigenze del paese, alle richieste di coloro che rappresentano; cosa aspettano ? Che quando avremo davvero fame qualcuno cominci a dare fuoco ai palazzi come già visto nei secoli passati ??  (nemmeno tanto lontani!)

…e qualcuno in piazza a prendere le botte, a fare da cuscinetto, a ricevere i peggio insulti per colpa di chi, oggi, si ostina a non guardare in faccia un paese che vuole e che deve necessariamente  cambiare e che non si può ancora arroccare sulle solite, trite e ritrite posizioni!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: